Amplificatore auto - chiedi il meglio a tuoi altoparlanti

Per un’esperienza di ascolto ad alti livelli quando ti trovi al volante, sul mercato puoi trovare un’infinita gamma di subwoofer per auto e altoparlanti capaci di riprodurre al meglio la musica mentre sei in viaggio. Senza un buon amplificatore auto, tuttavia, è difficile ottenere un risultato ottimale, e prima dell’acquisto è essenziale progettare l’impianto che intendi installare, scegliendo un modello con caratteristiche in linea con la tua autoradio e con il numero e alla qualità dei diffusori che utilizzi.

Nello shop online auna trovi diversi amplificatori per auto pensati per far fronte alle necessità più diverse. Dai modelli a 2 canali, ideali per spingere un subwoofer in aggiunta alle casse, fino ad arrivare ai modelli di amplificatore auto 6 canali per i sistemi più articolati. Realizzati con materiali durevoli, dal piacevole impatto estetico e soprattutto, in grado di gestire senza problemi i picchi di potenza massima senza rischio di danneggiare le tue casse per auto, gli amplificatori per auto auna sono il tuo fedele alleato che lavora nelle retrovie e ti garantisce sempre un suono caldo, potente e pulito.

Perché acquistare un amplificatore auto?

In un qualsiasi impianto audio, la funzione dell'amplificatore è aumentare la potenza del segnale audio precedentemente generato dalla sorgente, migliorando la definizione del suono. Le autoradio che usiamo nei nostri veicoli includono già un amplificatore interno, e per questo possono essere collegate direttamente agli altoparlanti che fanno parte dell'equipaggiamento standard.

Gli altoparlanti per auto, tuttavia, rendono molto di più se alimentati da un amplificatore dedicato, senza considerare che un subwoofer passivo richiederà necessariamente un amplificatore, poiché le onde sonore dei bassi hanno bisogno di molta potenza per diffondersi. Per tutti questi motivi, se intendi installare nella tua auto un sistema audio di alta qualità un amplificatore auto sarà indispensabile per ottenere un grado di profondità, realismo e dinamica comparabili a un'esperienza musicale dal vivo.

Caratteristiche tecniche di un amplificatore auto

Il parametro più importante nella scelta di un amplificatore è la potenza, espressa in watt RMS, ed essa indica la potenza continua che lo speaker può sopportare nella normale fase di riproduzione. Quando devi scegliere l’amplificatore auto da usare con un impianto preesistente, è bene optare per un modello con una potenza RMS compresa tra il 75% e il 150% della potenza dei tuoi altoparlanti.

Da non confondere con la potenza RMS è invece la potenza di picco, valore che esprime il livello massimo di potenza a cui l’altoparlante può essere sottoposto per un breve periodo di tempo senza danneggiarsi. È importante tuttavia valutare anche altri parametri, che contribuiscono a determinare l’effettiva qualità del suono che un amplificatore è capace di offrire. Tra questi:

  • rapporto segnale/rumore più alto è il rapporto S/R, migliore sarà la qualità del suono

  • distorsione armonica totale (T.H.D): indica il grado di ‘fedeltà’ del suono generato dall’amplificatore rispetto al segnale in ingresso

  • classe di amplificazione: indica il modo in cui lavorano i transistor interni, e va da A a D. Senza addentrarci troppi in aspetti tecnici, gli amplificatori di classe A presentano livelli minimi di distorsione e la massima resa dell’audio, ma una maggiore dispersione di calore e quindi scarsa efficienza energetica, poiché restano in funzione anche quando non passa il segnale. Viceversa, la classe D presenta una maggiore efficienza, a scapito dell’accuratezza nella riproduzione delle frequenze, specialmente se acute. Quando si parla di amplificatori auto le classi intermedie, specie la AB, sono le più diffuse, e combinano in vantaggi degli stadi precedenti, garantendo una buona versatilità in diversi programmi musicali

  • fattore di smorzamento: più è alto, meglio l’amplificatore riuscirà a controllare il movimento dell'altoparlante nei suoni bassi: per questo è particolarmente importante nell'amplificazione dei subwoofer
  • Numero di canali; quale amplificatore per auto scegliere?

    La risposta a questa domanda dipende sostanzialmente dalle tue preferenze in tema di ascolto, e qui ti forniamo solo alcune informazioni base per orientare la tua scelta:

    • Amplificatore auto 4 canali: se hai bisogno di più potenza per i tuoi diffusori anteriori e posteriori, un amplificatore a 4 canali è la scelta consigliata, anche quando devi alimentare i classici due altoparlanti anteriori più un subwoofer. Ciò è particolarmente comodo quando costruisci l’impianto audio nell’auto pezzo per pezzo: un amplificatore a 4 canali ti permette di far funzionare i diffusori anteriori e il subwoofer, mentre l’amplificatore dell’autoradio continua ad alimentare gli altoparlanti posteriori. In un secondo momento, con l’aggiunta di un amplificatore per subwoofer dedicato, potrai sfruttare i due canali restanti per alimentare i diffusori posteriori.

    • Amplificatore mono (1 canale): se intendi aggiungere solo un subwoofer al sistema già esistente, puoi considerare l’acquisto di un amplificatore mono con equalizzazione dei bassi e un filtro passa-basso per aiutare a riprodurre le note basse in modo forte e definito. Gli amplificatori mono a 1 canale, infatti, sono progettati per operare ad una più ampia gamma d’impedenze e sono dotati di controlli di tono e filtri progettati specificamente per migliorare la riproduzione dei bassi.

    • Amplificatore auto a 5 canali: hai in programma di alimentare un sistema completo, con quattro altoparlanti e un subwoofer? Oltre a centralizzare comodamente tutti i controlli in un unico dispositivo, l'installazione di un amplificatore a 5 canali ti consente di evitare di dover utilizzare due set separati di cavi di alimentazione per altoparlanti e subwoofer. Molti amplificatori a 5 canali possono alimentare e controllare da soli un modulo frontale a 2 vie completamente attivo e un sistema di subwoofer. Due canali pilotano i tweeter, due i midrange mentre il quinto canale alimenta il subwoofer.

    • amplificatore auto 2 canali: molti modelli di auto dispongono ancora di appena due altoparlanti, quindi un amplificatore a 2 canali sarà il modo più efficiente per alimentarli. Un amplificatore a 2 canali può anche essere usato per alimentare un subwoofer quando è in modalità bridge a canale singolo. Molti, tuttavia, scelgono un amplificatore mono per controllare i propri subwoofer perché offrono una maggiore potenza per la riproduzione delle frequenze basse.

    Anche interessante:

    torna su